Il Kawasaki Racing Team torna al 100%

Il WorldSBK è tornato lo scorso fine settimana, dopo lo stop per il covid-19. Il Kawasaki Racing Team non ha perso l'occasione di dimostrare la sua buona forma.

Le gare tornano anche al campionato WorldSBK. I piloti del Kawasaki Racing Team si sono preparati per il ritorno, svoltosi questo fine settimana sul circuito di Jerez de la Frontera. Le temperature hanno raggiunto i 34 gradi Celsius durante la FP2 ma, nonostante le dure condizioni, Jonathan Rea e Alex Lowes hanno chiuso il primo giorno rispettivamente in seconda e decima posizione. Rea è stato a meno di un secondo dal pilota più veloce, un grande segno del risultato che stava arrivando.

 

Più di cinque mesi dopo, sabato scorso, 1 agosto, si è svolta la prima gara post-covid-19. L'Australia ha lasciato Lowes come leader di una stagione che sarà probabilmente ricordata da tutti, fan e piloti. Domenica si è svolta la gara di sprint a 10 giri per concludere la giornata con la seconda gara, prevista per 20 giri. Prima delle gare, si sono svolte la sessione FP3 e poi la Superpole, che ha deciso le posizioni della griglia per la gara uno e la gara della Superpole.

 

La prima gara è stata in gran parte guidata da Jonathan Rea, pilota del Kawasaki Racing Team. Un totale di 23 piloti hanno iniziato la prima gara a Jerez, sotto un sole caldo che ha innalzato la temperatura della pista a 60 gradi Celsius. Rea ha guidato per 15 giri fino a quando, con la gomma al limite, ha dovuto conservare per difendere altre vittorie. Alex Lowes ha concluso in nona posizione, lasciandolo in seconda posizione in classifica generale, proprio davanti al suo compagno di squadra Rea.

 

La Superpole era diversa. Jonathan Rea è riuscito a qualificarsi in seconda posizione con il suo Ninja e ha finito per segnare la vittoria di domenica in questo evento. La gara di "sprint" si è svolta alle 11 del mattino e ha lottato per finire entro 0,55 secondi da Scott Redding, abbastanza per conquistare la sua vittoria al 90° WorldSBK. Un record storico da quando Rea si è unito al team Kawasaki nel 2015. Alex non è riuscito a trovare il suo ritmo nella Superpole e ha dovuto accontentarsi del settimo posto.

 

La seconda gara, svoltasi dopo lo "sprint", è servita a cambiare ruolo. Alex Lowes è rimasto dietro a Rea fino a quando, finalmente, lo ha superato per salire sul secondo gradino del podio. Jonathan ha concluso quest'ultimo round al sesto posto, che gli ha permesso di mantenere il secondo posto nella classifica finale, seguito da Lowes e 14 punti dietro Redding.

 

Le Superbike torneranno il prossimo fine settimana in Portogallo con un nuovo round di gare dal 7 al 9 agosto.

 

Primo podio per Ana Carrasco

Buone notizie hanno seguito anche il team Kawasaki Provec di Ana Carrasco al WSSP300. Il pilota ha mantenuto un ritmo eccellente per tutto il fine settimana, lottando per il podio nella prima gara di Jerez de la Frontera. Dopo un contatto con un altro pilota, Carrasco è arrivato settimo nella prima gara. Un risultato che avrebbe potuto recuperare domenica, a partire dalla quarta posizione in griglia grazie al risultato ottenuto nella Superpole di sabato. Ana Carrasco ha fatto il giro più veloce della gara cercando di raggiungere i primi due ma ha finito per tagliare il traguardo in terza posizione. Infine, Race Direction ha vietato il secondo con cinque secondi per superare i limiti della pista. Una penalità che l'ha spostata al secondo posto e che lei stessa ha riconosciuto: “Questa seconda posizione è molto importante per il campionato e voglio ringraziare la squadra e tutti gli sponsor perché hanno lavorato così duramente in questo difficile periodo per essere qui oggi."